Pompa di calore abbinata al pavimento radiante, quanto conviene?

6 Ottobre 2022 | Efficienza Energetica

L’impianto a pompa di calore abbinato al sistema a pavimento radiante è la scelta ideale per assicurarsi alti livelli di comfort negli ambienti e bassi consumi energetici.

Stai pensando di abbandonare la tua vecchia caldaia, e con essa i radiatori, per installare una pompa di calore abbinata al sistema a pavimento radiante?

Così facendo, potresti climatizzare gli ambienti di casa (in estate e in inverno) e scaldare l’acqua sanitaria, senza consumare gas. Addirittura, potresti sostituire i tuoi vecchi fornelli con un nuovo piano a induzione per staccarti completamente dalla fornitura.

Visti gli incredibili aumenti che stiamo vedendo in bolletta, che fortuna sarebbe?

Ma dopo tanti anni, passati a riscaldare gli ambienti con il metodo “tradizionale”, probabilmente avrai qualche timore nel passare alla pompa di calore abbinata al pavimento radiante. Dubbi del tipo: sarà davvero più conveniente? Il comfort in casa sarà migliore o peggiore? Quanto sarà invasivo l’intervento? Che tipo di investimento occorre?

Domande più che legittime a cui risponderemo, una per una, all’interno di questo articolo.

Nei paragrafi che seguono, troverai spiegato, senza inutili tecnicismi, come funziona la pompa di calore, i vantaggi di questo impianto abbinato al sistema a pavimento radiante, quanto può costare realizzare un intervento di questo tipo e come finanziarlo, con l’aiuto degli incentivi fiscali.

Se le premesse ti sembrano interessanti, mettiti comodo e continua la lettura dell’articolo fino alla fine!

Pompa di calore, cos’è e quando conviene

L’impianto a pompa di calore fa parte delle tecnologie che impiegano fonti rinnovabili poiché sfrutta l’energia presente in natura per produrre energia termica (riscaldamento/raffrescamento).

Le sorgenti naturali da cui si può alimentare per produrre energia termica sono l’aria, l’acqua, o la terra (a seconda della tipologia d’impianto).

In queste sorgenti, infatti, è immagazzinata un’enorme quantità di energia che si rinnova continuamente grazie alle precipitazioni atmosferiche e alla radiazione solare.

Si tratta di una tecnologia altamente efficiente perché per funzionare la pompa di calore consuma energia elettrica, ma l’energia che produce e trasferisce all’interno dell’ambiente è maggiore di quella che consuma, permettendo un aumento delle prestazioni e contestualmente la riduzione di emissioni di gas ad effetto serra.

Per l’esattezza, questo impianto ha un coefficiente di prestazione (COP) molto elevato, di 3-4 (a seconda del livello di efficienza della macchina). Cosa significa?

Che con 1 kWh elettrico, prende calore dall’esterno e ne porta 3-4 kWh termici all’interno.

Questo, ovviamente, si traduce in un notevole risparmio, circa il 30%.

La pompa di calore può essere destinata alla climatizzazione degli ambienti, attraverso:

Chiaramente la pompa di calore soddisfa anche l’uso sanitario.

In generale, il più grande vantaggio della pompa di calore è l’alto livello di efficienza energetica, il quale assicura, al contempo, un notevole risparmio economico.

Sistema a pavimento radiante, cos’è?

Prima di vedere nello specifico il principio di funzionamento del pavimento radiante, vediamo fisicamente in che modo può avvenire il riscaldamento degli ambienti.

Il calore si propaga per conduzione, convenzione e irraggiamento.

Nel primo caso il calore si propaga attraverso corpi solidi, da uno all’altro, messi a contatto tra loro. Per convenzione, invece, il trasporto di energia si manifesta grazie alla presenza di fluidi. Infine, l’irraggiamento consiste nel trasferimento di energia tra due corpi tramite le onde elettromagnetiche.

Conoscere questa differenziazione è fondamentale per capire il principio su cui si basa il sistema di funzionamento del pavimento radiante.

Questo sistema distribuisce uniformemente il calore su tutto il pavimento tramite irraggiamento, quindi tramite radiazioni elettromagnetiche, e grazie a questo principio, fornisce lo stesso grado di climatizzazione in tutto l’ambiente, fino a 2-2.50 mt di altezza, esattamente nella parte di ambiente vissuta dall’essere umano.

A differenza dei termosifoni/radiatori che mandano aria calda al soffitto e creano un moto convettivo con l’aria fredda, finendo così per riscaldare molto bene la parte alta (che non viviamo) e meno quella bassa.

Dunque, il più grande vantaggio di questo sistema di riscaldamento è in termini di comfort termico poiché con il pavimento radiante climatizziamo solo la zona climatica che noi viviamo, senza disperdere calore e senza creare sbalzi termici.

Per il principio sopra descritto, con il pavimento radiante è possibile dire addio a tutti quei disagi connessi ai moti convettivi che fanno circolare gli acari negli ambienti, con tutti i disagi che comportano. Quindi assicura una maggiore salubrità degli ambienti.

Pompa di calore abbinata al sistema a pavimento radiante, i principali vantaggi

Nei paragrafi precedenti abbiamo visto quali sono i principali vantaggi dei singoli impianti, pompa di calore e sistema a pavimento radiante, adesso analizziamo quanto possono essere vantaggiosi se combinati insieme.

La pompa di calore lavora ad una temperatura di mandata di circa 50-60°, il pavimento radiante a circa 30°, molto meno, dunque, del classico sistema a caldaia abbinata ai radiatori che necessita di temperature superiori ai 70°.

Quindi, con l’impianto a pompa di calore abbinato al sistema a pavimento radiante, si genera un notevole risparmio economico, del 30% almeno.

Risparmio energetico si traduce in risparmio economico, massimizzabile con l’installazione dell’impianto fotovoltaico (con accumulo) per autoprodurre l’energia necessaria alla pompa di calore.

Altro aspetto vantaggioso: la pompa di calore abbinata al sistema radiante a pavimento consente di riscaldare la casa in inverno e di raffrescarla in estate mediante un unico impianto.

Questo è possibile abbinando il sistema radiante a pavimento con l’impianto a pompa di calore reversibile, in grado quindi di produrre acqua calda e acqua refrigerata.

Il principio è lo stesso, per irraggiamento.

Attenzione però, il fattore che maggiormente determina situazioni di disagio termico in estate è l’umidità e in questo caso è opportuno abbinare al pavimento radiante, sistemi di deumidificazione dell’aria.

Per quanto riguarda gli svantaggi?

Oltre ai disagi logistici, legati alla lavorazione del pavimento, un aspetto negativo è quelle relativo ai costi: i materiali e l’operazione della posa dell’impianto hanno un prezzo maggiore rispetto al sistema tradizionale.

Poi occorre tenere conto delle tempistiche necessarie all’impianto per raggiungere la temperatura ideale: proprio perché lavora a temperature inferiori rispetto al classico impianto, occorre più tempo. Infatti, sono molti a consigliare l’accensione costante del sistema, impostata alla temperatura desiderata.

Infine, l’ingombro, esterno per la pompa di calore, e interno per il pavimento radiante che priva gli spazi di qualche cm in altezza.

Quanto costa un impianto di questo tipo?

Il costo per una pompa di calore può variare dai 500€ ai 12.000€ a seconda del caso specifico.

In questo caso, incidono, e in maniera considerevole, le altre spese necessarie a predisporre l’intero impianto di riscaldamento, ovvero l’installazione dei pannelli radianti a pavimento (100 euro/mq + IVA).

Questo tipo d’impianto innegabilmente richiede un investimento iniziale maggiore rispetto ai tradizionali sistemi di riscaldamento, ma se opportunamente progettato, garantisce notevoli risparmi nel tempo.

Gli incentivi previsti

Come detto nelle righe precedenti, il risparmio generato ripaga in tempi piuttosto rapidi l’investimento, ma per massimizzarne la convenienza il “segreto” è l’Ecobonus 65%.

L’incentivo promuove l’installare del pavimento radiante contestualmente all’installazione dell’impianto dotato di pompe di calore.

Per accedere a tale aliquota, occorre rispettare i requisiti previsti dall’Ecobonus 65%, in particolare quello che prevede la possibilità di accedere all’incentivo solo se l’ambiente esistente già dispone di un generatore di calore.

Se anche vuoi climatizzare i tuoi ambienti e produrre acqua calda sanitaria, in modo più efficiente, più sostenibile e, soprattutto, rendendoti meno schiavo dei costi dell’energia, noi ci siamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Share This