Richiesta di accesso al Bando Parco Agrisolare: tempo scaduto!

27 Ottobre 2022 | Efficienza Energetica

Oggi, 27 ottobre 2022, alle ore 12:00:00, è scudato il tempo per presentare le domande di accesso al Bando Parco Agrisolare. Coloro che hanno perso questa occasione, possono comunque efficientare la propria azienda in maniera conveniente. Vediamo come.

Il Bando Parco Agrisolare sembrava rappresentare un’ottima opportunità per i tanti agricoltori interessati all’impiego delle energie rinnovabili, in particolare all’installazione dell’impianto fotovoltaico.

Ma il breve tempo a disposizione per presentare domanda, ha costretto moltissime aziende a rinunciare.

Si trattava, infatti, di reperire tutte le informazioni relative alle caratteristiche dell’immobile, ai consumi elettrici (addirittura relativi agli ultimi 5 anni), e produrre una complessa documentazione tecnica. Il tutto, con un solo mese di tempo.

Insomma, l’occasione era ghiotta ma difficile da cogliere.

Nonostante ciò, efficientare le proprie strutture è prioritario, soprattutto con l’attuale emergenza energetica che stiamo vivendo. In molti casi, però, l’investimento necessario rappresenta un ostacolo insormontabile.

In questi casi, il Contratto di Rendimento Energetico (altrimenti noto come Energy Performance Contract-EPC) può fare davvero la differenza perché solleva il beneficiario dalla totalità, o parte, del finanziamento, così come da ogni onere o rischio relativo alla progettazione, e garantendo i risultati di risparmio stabiliti al momento del contratto.

Per capire meglio come funziona l’EPC e quanto potrebbe essere vantaggioso per il tuo caso specifico, continua la lettura di questo articolo fino alla fine. Ricapitoleremo velocemente cos’era il Bando Parco Agrisolare e perché era conveniente, quindi, vedremo come è possibile efficientare le proprie aziende in maniera altrettanto vantaggiosa, grazie proprio all’Energy Performance Contract.

Se le premesse ti sembrano interessanti, mettiti comodo e buona lettura!

Le opportunità del Bando Parco Agrisolare

La misura Parco Agrisolare è stata finanziata dal PNRR, Missione 2 “Rivoluzione verde e transizione ecologica” ai fini di selezionare e finanziare gli interventi che consistono nell’acquisto e posa in opera di pannelli fotovoltaici sui tetti di fabbricati strumentali (dunque, senza occupare suolo agricolo) all’attività delle imprese agricole, zootecniche e agroindustriali.

Unitamente all’installazione del fotovoltaico, il bando prevedeva anche la possibilità di smaltire l’amianto, oltre all’opportunità di realizzare l’isolamento dei tetti e i sistemi di aerazione.

La finalità era quella di avviare una forte diversificazione delle fonti energetiche, spingendo sulle rinnovabili, poichè rappresentano un elemento centrale per ridurre i costi dell’energia sostenuti dalle aziende del settore, soprattutto adesso che le forti tensioni internazionali mettono a rischio gli approvvigionamenti.

Il sostegno agli investimenti avviene tramite un contributo a fondo perduto nei limiti delle intensità di aiuto indicate nell’Allegato A del decreto.

I beneficiari del Bando Parco Agrisolare erano le aziende agricole attive nella produzione agricola primaria, le aziende agricole attive nel settore della trasformazione di prodotti agricoli, nonché le aziende agricole attive nel settore della trasformazione di prodotti agricoli in non agricoli.

Come efficientare, oggi, la propria azienda in maniera conveniente

Come definito dall’Avviso, le proposte, redatte in conformità alle istruzioni del Regolamento Operativo, dovevano presentate, pena l’irricevibilità, esclusivamente tramite l’apposito portale, a decorrere dalle ore 12:00:00 del giorno 27 settembre 2022 e fino alle ore 12:00:00 del giorno 27 ottobre 2022.

Chi è arrivato in ritardo e intende comunque portare a compimento il suo obiettivo di efficientamento energetico, può cogliere comunque delle ottime opportunità: quelle dell’Energy Performance Contract-EPC.

Si tratta di un contratto di prestazione energetica, che impegna l’azienda proponente realizzare gli interventi di efficientamento senza gravare in alcun modo sulle finanze del cliente beneficiario”. In particolare, al beneficiario dell’EPC viene garantito:

  • Finanziamento, totale o parziale, dei lavori;
  • Realizzazione del progetto;
  • Riduzione dei consumi energetici;
  • Efficientamento degli strumenti energivori;
  • Aumento qualità ambienti interni;
  • Riduzione costi della manutenzione;
  • Verifica e monitoraggio degli effettivi risultati di risparmio;
  • Raggiungimento obiettivi di protezione ambientale e climatica;

Come è possibile tutto ciò? Per la durata del contratto il risparmio generato dagli interventi viene condiviso, in percentuali stabilite a monte, tra i due soggetti. Dunque, è interesse di entrambi ottenere maggiori risparmi, per il beneficiario che può abbattere la sua spesa energetica e per coloro che offrono l’EPC poiché si assicurano il proprio guadagno da parte dei risultati generati.

A chi affidarsi?

I soggetti in grado di realizzare i progetti di efficienza energetica alle condizioni sopra descritte sono le Energy Service Company (ESCo) , ovvero “società che effettuano interventi finalizzati a migliorare l’efficienza energetica, assumendo su di sé il rischio dell’iniziativa e liberando il cliente finale da ogni onere organizzativo e di investimento (fonte Wikipedia)”

RiESCo è la Energy Service Company certificata UNI CEI 11352:2014 e ISO 9001; opera con l’Energy Performance Contract con la formula Guaranteed Saving: in caso dirisparmi inferiori a quelli concordati in fase contrattuale, la differenza viene detratta dai compensi di RiESCo.

Inoltre, negli anni di contratto, sono a carico di RiESCo tutte le lavorazioni/integrazioni necessarie agli impianti per fornire le prestazioni promesse.

Lo facciamo perché crediamo fortemente nel modello di azienda innovativa e sostenibile (per le proprie tasche e per l’ambiente). Guidiamo le imprese verso un uso efficiente ed efficace dell’energia, così da restare competitive nel medio lungo-periodo, con tutte le ricadute positive che ne possono derivare.

Per questo realizziamo e finanziamo, totalmente o solo in parte, progetti di efficienza energetica supportati dagli incentivi dedicati, di cui possiamo vantare il 100% di esiti positivi delle pratiche.

Per quanto riguarda in particolare il fotovoltaico, in questo momento operiamo in queste modalità: progettiamo e realizziamo, l’installazione dei suddetti impianti, in aziende con consumi superiori ai 150.000 kh, finanziando fino al 50% del capitale necessario e garantendo rapidi Payback (mediamente di 4-6 anni).

Per saperne di più sulla nostra proposta, clicca qui.

Se sei stanco di vedere i tuoi guadagni erodersi a causa degli sprechi energetici e della dipendenza dalle fonti fossili e vuoi fare qualcosa per stravolgere questa situazione, noi ci siamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Share This