In arrivo Superbonus 80%: l’agevolazione per alberghi e strutture ricettive

21 Luglio 2021 | Incentivi

Il Superbonus ci sarà anche per alberghi e strutture ricettive, con regole semplici e aliquota agevolata dell’80%.

Buone notizie per i gestori di alberghi e strutture ricettive: il Superbonus includerà anche questo tipo di realtà.

Come saprai bene, questo aggiornamento arriva dopo mesi di trepidante attesa.

Infatti, inizialmente previsto nella bozza di Decreto, il Superbonus per alberghi e strutture ricettive è stato prontamente rimosso nella versione pubblicata in Gazzetta. Da quel momento si sono susseguite una serie di proposte, da parte di associazioni e addetti al settore, per chiedere di essere ammessi al beneficio fiscale.

Per gli alberghi e le strutture ricettive che a causa della pandemia hanno vissuto una forte battuta d’arresto, e che per ripartire necessitavano di importanti interventi di manutenzione, soprattutto agli impianti energetici, il Superbonus poteva rappresentare un’occasione particolarmente vantaggiosa per riqualificare la propria struttura, allineando gli standard qualitativi alle esigenze internazionali.

Le aspettative, però, sono state disattese ogni volta, alimentando un clima di forte sfiducia tra gli operatori del settore che si sono trovati a chiedersi, ad esempio, perché realtà a loro simili, come collegi o case di riposo, potessero invece beneficiare del Superbonus 110%.

Inoltre, se è vero che il Superbonus 110% nasce con l’obiettivo di stimolare gli interventi volti alla riduzione dei consumi energetici nel parco edilizio italiano, perché escludere strutture particolarmente energivore come gli alberghi?

La ragione di tale esclusione è una sola: il superbonus per alberghi e strutture ricettive sarebbe stata troppo costoso.

Per fortuna che, nonostante i vari tentativi falliti, l’impegno degli addetti del settore ha continuato a farsi sentire e ha dato i suoi frutti: è in arrivo il Superbonus 80% per alberghi e strutture ricettive.

Per saperne di più continua la lettura di questo articolo fino alla fine!

Superbonus per alberghi e strutture ricettive, la situazione attuale

Come sappiamo, il Superbonus 110%è stato introdotto dall’articolo 119 del Decreto-Legge n.34 del 2020 con lo scopo di agevolare gli interventi di efficientamento energetico e di adeguamento sismico.

Dalla sua introduzione ad oggi, il Superbonus ha suscitato grande interesse. Infatti, come abbiamo approfondito nell’articolo Superbonus 110%, a che punto siamo?, l’incentivo ha contribuito alla realizzazione di 13.000 interventi, per un totale di 1,6 miliardi di euro, con un importante impatto anche sull’occupazione.

Segno che le famiglie italiane aspettavano con ansia una misura straordinaria come quella del Superbonus 110% per realizzare gli interventi di efficientamento per il proprio immobile.

Con la stessa trepidazione, alberghi e strutture ricettive hanno sperato di poter accedere al beneficio fiscale e invece, dopo un iniziale inserimento nella bozza di Decreto, sono stati esclusi nella versione pubblicata in Gazzetta.

Si sono susseguiti poi ulteriori tentativi, prima con la comparsa nella bozza di DL sulla transizione ecologica, poi con la proposta in sede di conversione in legge del Decreto Sostegni (DL 41/2021) ma è bocciata dal Senato e poi ancora con la bozza del DL Governance e Semplificazioni.

L’esclusione degli alberghi e delle strutture ricettive dal Superbonus 110% è stata motivata dagli organi preposti, come un problema di costo.

In questi mesi, dunque, gli alberghi e le strutture ricettive sono rimaste a guardare le più disparate tipologie di strutture, diverse dall’uso abitativo (ospizi, ospedali, caserme, convitti e collegi, case di cura) e per questo inizialmente escluse dal bonus, accedere al Superbonus 110%, sperando di poter essere ammesse, prima o poi.

Tali aspettative finalmente potrebbero essere soddisfatte.

Infatti, nelle ultime settimane hanno iniziato a circolare notizie confortanti in merito alle agevolazioni fiscali per gli interventi di efficienza energetica negli alberghi e nelle strutture ricettive.

Superbonus per alberghi e strutture ricettive, le aliquote previste

Per quanto riguarda le agevolazioni fiscali destinate alle strutture ricettive, in passato erano già emerse delle forme di sgravio, prima al 30% e poi al 65%, note come Tax credit alberghi.

Queste riguardavano le spese di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, eliminazione delle barriere architettoniche, incremento dell’efficienza energetica, adozione di misure antisismiche, acquisto di mobili e complementi d’arredo destinati agli immobili oggetto agli interventi di ristrutturazione edilizia.

Invece, da quello che trapela dalle indiscrezioni, Il Superbonus per gli alberghi e le strutture ricettive, prevede l’aliquota dell’80% e riguarderà gli interventi mirati all’incremento degli interventi di efficienza energetica, con la possibilità di essere esteso ad altre tipologie di lavori edilizi.

Addirittura, anche all’acquisto di arredi e apparecchi di illuminazione.

Iter semplificato per alberghi e strutture ricettive

Dunque, per il Superbonus dedicato agli alberghi e alle strutture ricettive è prevista un’aliquota ridotta rispetto al più famoso 110% ma, a differenza di quest’ultimo, l’iter necessario per accedere all’incentivo è molto più semplice.

Come ha spiegato lo stesso ministro Garavaglia “sarà un bonus 110% con le regole del 65%”.

A quanto pare, infatti, tutto il complesso processo burocratico che caratterizza il Superbonus 110%, nel caso dell’80%, si riassumerà in una sola pagina.

La misura, dunque, appare davvero molto vantaggiosa ma per saperne di più occorrerà attendere ulteriori chiarimenti.

Noi di RiESCo, crediamo molto nell’efficacia delle misure di agevolazione fiscale rivolte alle aziende, come alberghi e strutture ricettive, perché proprio in queste realtà si registrano maggiori consumi energetici e sappiamo che combinando i giusti interventi con gli incentivi più vantaggiosi, è possibile ottenere risultati davvero importanti per le tasche dell’imprenditore e per la salute dell’ambiente.

Per questo continueremo ad aggiornare i nostri lettori con tutti gli ultimi aggiornamenti sul settore!

  • gioacchino palumbo ha detto:

    come e’ finita non se ne sa niente

    • RiESCo Srl ha detto:

      Buona sera Gioacchino
      Si, sembrava che uscissero delle novità …
      Probabilmente usciranno con la legge di stabilità 2022, quando aggiorneranno tutti gli incentivi quali Ecobonus 50-65-70-75 e il Bonus Scasa … tutti in scadenza a fine anno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share This