Credito d’Imposta per il Mezzogiorno: come sfruttarlo per vendere meglio i tuoi impianti di efficienza energetica

10 Settembre 2019 | Credito d'Imposta

Con il Credito d’Imposta per il Mezzogiorno puoi offrire ai tuoi clienti sconti immediati sui tuoi impianti e la possibilità di rientrare in tempi rapidi nell’investimento, il tutto senza compromettere il tuo guadagno ma aumentandolo.

Il credito d’imposta per le imprese del mezzogiorno incentiva l’acquisto di macchinari, attrezzature e impianti, compresi quelli per la produzione di energia da fonti rinnovabili.

Si tratta di un grande aiuto per le imprese che devono sostenere ingenti investimenti, ma non solo, anche un grande opportunità per chi fornisce e installa tali beni strumentali. Tu sei tra questi?

Allora devi sapere che il credito d’imposta per il mezzogiornopotrebbe rivelarsi un ottimo alleato per i tuoi affari, ti dico subito perché.

Come saprai, i clienti che decidono di installare impianti mirati ad aumentare l’efficienza energetica sono disposti ad investire anche importanti somme di denaro e per questo vogliono essere certi di sfruttare la migliore offerta economica.

Per loro è una scelta importante, in alcuni casi un vero e proprio cambio di paradigma. Come è naturale che sia, prima di compiere tali passi, si informano, richiedono più preventivi e valutano approfonditamente ogni aspetto.

Così gli installatori si trovano a combattere vere e proprie battaglie sul prezzo, d’altronde chissà quante volte sarà capitato anche a te…

Con il credito d’impostainvece, puoi applicare sconti immediati su tutti i tuoi impianti azzerando così le resistenze sul prezzo.

Se vuoi capire meglio come funziona il Credito d’Imposta per il Mezzogiorno e come approfittarne per far crescere il tuo lavoro, mettiti comodo e continua la lettura di questo articolo!

Credito d’imposta per il Mezzogiorno, come funziona

Il Credito d’Imposta è un beneficio fiscale che il contribuente vanta nei confronti dello Stato e che può essere sfruttato per compensare i debiti, oppure per pagare imposte oppure ancora per richiedere il rimborso attraverso la dichiarazione dei redditi.

In particolare, il Credito d’Imposta per il Mezzogiorno è stato introdotto dall’art. 1 comma 98 a 108, della legge 28 dicembre 2015, successivamente modificato con il decreto legge 29 dicembre 2016.

Consiste in un credito utilizzabile esclusivamente in compensazione e decorre dal 5° giorno successivo alla data di rilascio della ricevuta attestante la fruibilità del credito, tramite l’F24.

Con questo credito, vengono agevolate le imprese che acquistano beni strumentali nuovi: macchinari, impianti ed attrezzature per piccole, medie e grandi imprese.

I destinatari del Credito d’Imposta per il Mezzogiorno sono:

  • Tutti i titolari di reddito d’impresa;
  • Tutte le strutture produttive ubicate in Abbruzzo, Molise, Puglia, Campania, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna;
  • Chi dispone di un piano di investimenti con minimo due beni appartenenti a categorie diverse;
  • Chi ha effettuatoinvestimenti che riguardano il periodo dalmarzo 2017 al 31 dicembre 2019 e non ancora completati.

Sono esclusi invece dal contributo tutte le imprese in difficoltà finanziaria e i soggetti che operano nel settore dell’industria siderurgica, carbonifera, della costruzione navale, industria fibre sintetiche, trasporti e delle relative infrastrutture, produzione e della distribuzione di energia e delle infrastrutture energetiche, settori creditizio, finanziario e assicurativo.

Gli investimenti in questione devono far parte di un progetto finalizzato alla:

  • creazione di un nuovo sito produttivo;
  • ampliamento di un sito produttivo esistente;
  • diversificazione della produzione di un sito produttivo per nuovi prodotti;
  • cambiamento fondamentale del processo produttivo esistente.

L’importo del Credito d’Imposta per il Mezzogiorno è stabilito nelle modalità:

  • 25% per le Grandi Imprese (massimale dell’investimento € 15,0 mln);
  • 35% per le Medie Imprese (massimale dell’investimento € 10,0 mln) ;
  • 45% per le Piccole e Microimprese (massimale dell’investimento € 3,0 mln).

La scadenza di tale forma di agevolazione è fissata per il 31 dicembre 2019.

Credito d’imposta per il Mezzogiorno, la condizione più vantaggiosa

L’aspetto che rende il Credito d’imposta per il Mezzogiorno, particolarmente vantaggioso, è quello della retroattività, ovvero la possibilità di richiedere il contributo anche per investimenti già realizzati a partire dal 1° marzo 2017.

Sfruttando il credito d’imposta, l’imprenditore che ha già sostenuto uno o più investimenti, può così recuperare buona parte dei costi, sottoforma di un vero e proprio rimborso.

La condizione necessaria per poter fruire del credito per investimenti già realizzati (non prima del 1° marzo 2017) è che siano all’interno di un piano investimenti non ancora completato.

La soluzione: combinando nel piano gli investimenti già eseguiti con uno nuovo, ancora non completato, l’impresa può beneficiare dell’agevolazione fiscale per tutti gli investimenti sostenuti.

In questo modo è come se l’impresa avesse maturato attraverso gli investimenti già sostenuti, un succoso buono spesa che ora può rispendere nella propria attività.

Per i tuoi clienti quanto sarebbe interessante conoscere questa opportunità? Quanto potrebbero apprezzare il servizio da te offerto? Sapendo poi che questo contribuito scade il 31 dicembre 2019, quanti dei tuoi clienti si lascerebbero scappare un’opportunità simile e quanti invece vorrebbero approfittarne?

Credito d’Imposta per il Mezzogiorno con RiESCo

Il Credito d’Imposta per il Mezzogiorno come avrai capito, è un’opportunità incredibile per le imprese e per chi come te fornisce i beni incentivati, perché incentiverà le aziende ad investire e risparmierà a te inutili battaglie sul prezzo.

Collaborando con RiESCo – Energy Service Company, otterrai (o farai ricevere al tuo cliente) la certezza dell’accesso al Credito d’Imposta per il Mezzogiorno, senza che tu debba preoccuparti dei rischi e delle pratiche.

Cos’è una Energy Service Company?

Una società che effettua interventi finalizzati a migliorare l’efficienza energetica,
assumendo su di sé il rischio dell’iniziativa e liberando il cliente finale
da ogni onere organizzativo e di investimento.

Riceverai in anticipo l’importo del credito con cui potrai scontare l’impianto al cliente, mentre RiESCo, si tratterrà una percentuale dell’incentivo con cui farà fronte agli oneri e i rischi connessi.

Ora che conosci la formula RiESCo, quanto pensi potrebbe fruttare il tuo know-how in sinergia con il nostro?

RiESCO ha sede a Grosseto ma lavora in tutta Italia. Cerchiamo collaboratori, ma poiché desideriamo curare con attenzione ogni singola richiesta, abbiamo fissato un tetto massimo di partner.

Se come noi abbracci in pieno i valori di innovazione ed efficienza energetica e vuoi sapere di più su come RiESCo può offrirti Incentivi Garantiti e Anticipati, puoi approfondire la nostra offerta cliccando sul pulsante qua in basso.