In questo esempio vedremo una casistica di raffronto per vedere quando è conveniente per l’impiantista mettersi in associazione temporanea d’impresa con RiESCo.

La collaborazione tra RiESCo e gli impiantisti è incentrata molto su aspetti documentali e controlli che possiamo fare anche a distanza, questo ci permette di collaborare con tutti gli installatori d’Italia.

L’installatore, all’interno della nostra collaborazione è responsabile della fornitura, del montaggio e della garanzia tecnica su materiale e prodotti.

RiESCo è responsabile della verifica dei requisiti e di tutto quello che è connesso al credito d’imposta, quindi ci prendiamo noi i rischi che altrimenti sarebbero stati della signora Maria.

Quando è conveniente?

Facciamo il caso di una caldaia che l’impiantista venderebbe, comprese tutte le modifiche che ci sono da fare e quindi del costo del lavoro, supponiamo a 3.000 € compresa IVA.

In questo caso la Signora Maria si ritrova una fattura che deve saldare con acconto o a saldo a fine lavoro di 3.000 €, solo dopo che questa fattura è stata saldata con bonifico parlante la Signora Maria potrà avviare tutte le pratiche per l’accesso al 65% cioè per ottenere circa 2.000 €.

La Signora Maria per accedere dovrà quindi rivolgersi ad un tecnico che avrà un costo di circa 500 € da pagare in più oltre alla fattura, alla fine la Signora Maria avrà la disponibilità di un credito d’imposta da usufruire in 10 rate uguali da 200 € all’anno.

Per i prossimi dieci anni, quindi, la Signora Maria deve avere capacità fiscale per poter usufruire del credito e sperare di non avere imprevisti di altra natura.

Non sarebbe meglio per la Signora Maria avere uno sconto diretto in fattura che invece di 2.000 € le vengono scontati circa 1.500 – 1.400 € senza pensare più a nulla?

Questa è l’opportunità, evitare ai nostri clienti di dover investire subito tutta la cifra iniziale, sollevandola da tutte quelle operazioni complesse per la richiesta del credito e in più non dover attendere 10 anni per riprendere 2.000 €.

Quanto cambierebbe la vendita andando dalla Signora Maria e proponendole di non pensare a nulla di tutto ciò che è collegato alla pratica e a tutti i rischi connessi?

Come funziona nella pratica?

Come impiantisti andate a proporre alla Signora Maria un preventivo di 3.000 € con tutto quello che serve per l’intervento spiegando che alla fine pagherà solamente 1.500 €, per tutto quello che riguarda la pratica per il recupero del credito d’imposta ci pensate voi.

Quindi l’impiantista si rivolge a noi, che dopo aver fatto tutti i controlli facciamo una fattura di 4.500 € IVA compresa e comprensiva di verifica dei requisiti, il nostro costo per fare la pratica, oneri finanziari per anticipare tutto oggi.

Alla fine alla Signora Maria andremo a togliere dai 4.500 € della fattura i 3.000 € come sconto immediato e quindi andrà a pagare soltanto 1.500 €.

I vantaggi per gli impiantisti non sono finiti qui, perché oltre a vendere bene l’impianto e il tuo intervento ti verrà riconosciuto un premio del 5% quindi circa 100 €.

Ecco perché collaborare è vantaggioso per tutti!

RiESCo Bonus 1.00 - Powered by Akaueb

Share This